Un pomeriggio con le Posse Rossoblu

Una mia passione, trasmessami dalla mia ragazza Barbara, è il gioco del rugby. Con lei ho iniziato a seguire la squadra Rovigo Rugby, con la fortuna di poterla fotografare da bordo campo.

Questa domenica, invece di fotografare i giocatori, ho fotografato la tifoseria del Rovigo: le Posse Rossoblu, a cui sono molto affezionato.

Posse Rossoblu

Dal sito www.posserossoblu.it:

La fine degli anni ottanta e l’inizio degli anni novanta, hanno visto il rugby rodigino raggiungere le più alte vette del panorama italiano: fu un lungo periodo costellato di vittorie e campionati vinti, segnato da una città costantemente in festa e colorata di rossoblu che riempiva le sue strade con lunghi caroselli.

Come gruppo di tifosi, le Posse nascevano originariamente proprio in quegli anni gloriosi.

Con il passare del tempo gli entusiasmi andarono spegnendosi: purtroppo, nonostante gli sforzi, la squadra non riusciva più a ottenere gli importanti risultati degli anni precedenti e anche le Posse, come il sostegno e il calore della città, iniziarono a smarrirsi finché il loro striscione sparì definitivamente dallo stadio.

In una delle sere che precedevano il derby con il Petrarca Padova del 23 aprile 2005, un gruppo di tifosi ed ex giocatori delle giovanili del Rovigo si ritrovò a parlare proprio dei momenti in cui l’intera città era stretta attorno alla sua squadra di rugby. I ricordi, le foto e le sensazioni provate da questi ragazzi fecero sì che in loro si accendesse l’ardore e la volontà di fare qualcosa di concreto per poter rivivere di nuovo, almeno per un un’altra volta, quei momenti che mancavano a tutti. Consapevoli che ciò che stavano per realizzare era molto difficile e, per certi versi, poco compreso, i ragazzi si rimboccarono le maniche e di lì a poco ridiedero vita al “Rugby Club Posse Rossoblu”.

Gallery

Ecco le foto della giornata:

Lascia un commento