Quando una volta si correva tutti assieme…

Scritto da: Andrea Gabbon

Questa è una delle più belle foto di corsa che ho. Altri tempi.

Correre a lungo in gruppo era come fare un falò in riva al mare di sera. Dove più la notte si avvicina e più si raccontano le cose, anche le più intime.

Assieme, più i km aumentavano e più aumentava la fatica, più ci si scavava dentro e si diventava più leggeri e forti.

Il viaggio come un lungo racconto; faticare per redimersi, per ritrovarsi per sorridere.

Una mano tira l’altra per rialzarsi.

“Ciao alla prossima!”, per non dire “Grazie. Mi aiutato!”. Ci si vergogna a dirlo.

Speravo con la pandemia in una presa di coscienza collettiva, invece le vere nature di tutti noi, me compreso, sono emerse. Nel bene e nel male.

Le corse in gruppo ci sono, ma c’è sempre un attrito, uno stridio di sottofondo. Tutto va bene ma non benissimo.

Spero ritorni tutto ciò.